Libri e serie TV

anne1

Sono da anni un’appassionata consumatrice di serie tv, cresciuta a focaccia e Friends, frullati e Una mamma per amica. Mi piace l’idea della serialità di una narrazione: affezionarmi ai personaggi, entrare a far parte di una famiglia o di un gruppo di amici, ritrovarli con un bicchiere di vino dopo una giornata grigia o tempestosa, camminare nei corridoi bui di un castello raccogliendo le gonne, perdermi in cospirazioni machiavelliche e diabolici intrighi di potere. Tra le serie TV che prediligo primeggiano senza ombra di dubbio i period drama, adattamenti di classici letti e riletti o – perché no? – scoperti per la prima volta proprio attraverso la televisione. I pomeriggi di calura estiva o le serate bagnate dai temporali di fine agosto sono momenti ideali per le maratone di serie TV; vi lascio quindi qualche suggerimento per le serie da recuperare ed eventualmente da affiancare alla lettura dei libri che le hanno ispirate.

1) Anne With An E, il delizioso adattamento Netflix di Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery. Non aspettatevi un adattamento fedele: aspettatevi invece una chiave di lettura moderna, che si sofferma su temi quali il bullismo, le condizioni degli orfani, le difficoltà della pre-adolescenza e dell’adolescenza, l’amicizia e la famiglia – una famiglia tenuta insieme dall’amore che i componenti provano l’uno nei confronti dell’altro, anche se non ci sono legame di sangue a sanzionarli.

anne2

Amybeth McNulty ci regala un’interpretazione della vivace, fantasiosa, instancabile chiacchierona eroina dalle trecce rosse che è veramente irresistibile. Dopo aver visto la serie ho riletto i primi tre romanzi della saga (Anna dai capelli rossi, Anna di Avonlea, Anna dai pioppi fruscianti) e sono stati una boccata d’aria fresca. Ho cercato un cofanetto della saga in italiano, ma non sono riuscita a trovarlo: ho trovato in compenso questa bella edizione del primo volume, tradotto da R. Guarnieri per BUR Biblioteca Univ. Rizzoli. In inglese, invece, trovate questa bellissima edizione realizzata in collaborazione col Victoria&Albert Museum per la collana Puffin Classics, o la preziosa edizione illustrata della mia casa editrice preferita, The Folio Society.

anne 4

“Noi siamo oggi immersi nel banale, siamo soffocati dall’ovvio, sentiamo e vediamo sempre le stesse cose, e in più sprechiamo moltissimo.

Anna è padrona del suo universo fino al punto di volerlo ribattezzare, assegna nuovi nomi, i suoi nomi, a laghi, torrenti, alberi, prati perché vive contro la banalità e fa tesoro di ogni sensazione”. (Antonio Faeti)

anne 3

2) Poldark, la serie di IMDb ispirata dalla saga dei Poldark di Winston Graham (di cui ho letto il primo volume, pubblicato in Italia da Sonzogno nella traduzione di Matteo Curtoni e Maura Parolini). La serie è ambientata nella Cornovaglia di fine Settecento: lo scenario è davvero incantevole, fatto di scogliere, mare selvaggio, adorabili paesini e tanto verde. Diciamoci però la verità: la serie va guardata soprattutto per lui, Ross Poldark, affascinante, ribelle, anticonformista, paladino della giustizia sociale.

poldark2

Ross è figlio di un signorotto impoverito: per sfuggire alla legge, si arruola nell’esercito e combatte nella Rivoluzione americana. Al suo ritorno, ha la brutta sorpresa di scoprire che un bel po’ di cose sono cambiate: il suo amore di sempre, la bella Elizabeth, credendolo morto si è fidanzata con Francis, il ricco cugino di Ross. Come se non bastasse, la sua casa di Nampara versa nell’abbandono più assoluto, e non c’è il becco di un quattrino per sistemarla. L’aiuto arriva sotto forma di Demelza, una rozza ma vivace sguattera che riesce non solo a fare la sua parte per Nampara, ma anche a sbocciare in un’affascinate giovane donna e a conquistare il cuore di Ross – almeno in parte.

poldark 4

Mi fermo qui per evitare il pericolo spoiler, ma vi lascio qui sotto una ragione validissima per guardare Poldark: Aidan Turner, l’attore che interpreta Ross.

poldark1

rossy.gif

3) Victoria, la serie IMDb sulla vita della giovanissima regina, che si ritrova a diciotto anni a essere erede di una corona che è (letteralmente) troppo grande e pesante per lei. La giovane Victoria ha vissuto una vita fin troppo protetta: come erede legittima al trono inglese, non le è stato nemmeno mai concesso di scendere le scale da sola, per paura che potesse cadere e farsi del male.

vic 1

L’incoronazione diventa allora l’occasione giusta per sottrarsi alle soffocanti attenzioni della madre e del suo amante, il losco Sir Conroy. Victoria scopre presto che non è facile farsi amare in un contesto maschilista che la vede come una bambina inesperta e capricciosa e vuole farla fallire; meno male che c’è Lord Melbourne, l’affascinante primo ministro del quale Victoria inizia a non poter fare a meno.

vic 3

Potete affiancare alla serie la lettura di Victoria, la biografia romanzata a cura di Daisy Goodwin, autrice della serie TV.

vic 4

vic 2

4) Che ve lo dico a fare? Avete visto tutti House of Cards, vero? Scrittura magistrale, attori da urlo e due protagonisti indimenticabili, i diabolici coniugi Underwood, sono gli ingredienti vincenti del cocktail creato da Beau Willimon.

hoc2

hoc 5

Ho divorato la nuova stagione in un weekend, totalmente presa dall’ascesa dell’algida Claire e dal machiavellismo del torbido Frank. I libri di Michael Dobbs (House of Cards, Scacco al re e Atto finale) faranno parte della pila di libri che spero di leggere in spiaggia.

house of cards 1

Aspetterò con ansia l’adattamento di Piccole Donne, previsto per il 2018, curato da Heidi Thomas (autrice di Call The Midwife) con Willa Fitzgerald nei panni di Meg, Maya Hawke in quelli di Jo, Annes Elwy in quelli di Beth e Kathryn Newton in quelli di Amy. La mitica Angela Lansbury sarà invece zia March, prepotente e brontolona, incubo di Jo che le fa da dama di compagnia

Mi consigliate qualche serie TV da in vacanza? Ho in mente di recuperare The Handmaid Tale, ma non so cos’altro iniziare. Nel frattempo, buona visione e buone letture!

Advertisements

2 thoughts on “Libri e serie TV

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s