Le parole che non ti ho mai detto

le lettere che non ti ho scritto

le porto dentro

come un rimpianto

le indosso

come un lutto

mi infestano

come fantasmi

sempre accanto a me mi fanno compagnia

– custodi di un’eternità senza fine

un’eternità senza te

piena del vuoto che hai lasciato

piena del tuo odore

piena del tuo sapore

piena del tuo rumore

piena della tua assenza

della consapevolezza della tua astratta distante immutevole invisibile presenza

anche se sei solo solo un’idea

anche se sei solo un ricordo

anche se sei solo il sogno

che mi tiene sveglia

nella mia notte senza sonno –
 

Soundtrack

Vorrei essere tua madre, Roberto Vecchioni